• Luca Amedeo Paiano

Cioccolato senza lattosio




C'è Pasqua nell'aria ...

Siamo ad Aprile ed in questo periodo fremono i preparativi per la prossima Pasqua. I regali più popolari per questo periodo sono indubbiamente i dolciumi ed i preparati a base di cioccolato! L'elenco dei regali più gettonati, però, è chiaramente guidato dall’ uovo di Pasqua, amato da grandi e piccini! Ma come ben sappiamo, per le persone intolleranti al lattosio, i regali a base di cioccolato possono causare spiacevoli disturbi.


Contenuto di lattosio nel cioccolato

Il tipo di cioccolato più popolare è indubbiamente il cioccolato al latte. Come fa intuire la parola stessa, il cioccolato al latte contiene anche molto lattosio. La sua presenza è da attribuirsi al processo produttivo in quanto durante la lavorazione viene aggiunta una forma altamente concentrata di latte nel cioccolato, ovvero viene aggiunto il latte in polvere, che spesso trovate scritto nelle etichette tra gli ingredienti di barrette e uova di Pasqua. Ecco perché il contenuto di lattosio nel cioccolato al latte è piuttosto alto, anche con 6 grammi di zucchero del latte (lattosio) ogni 100 grammi. Talvolta il contenuto nel cioccolato bianco è ancora più alto, con punte di 7 grammi di lattosio ogni 100 grammi di prodotto!


Cioccolato senza lattosio

In un mercato sempre più customer-oriented, la maggior parte dei produttori industriali e artigianali di prodotti a base di cioccolato offrono prodotti a base di cioccolato senza lattosio.

Ma come ci si riesce?

Indubbiamente una delle tecniche produttive più utilizzate è quella di realizzare il cioccolato senza l’utilizzo del latte in polvere che abbiamo citato prima, con conseguenza che il cioccolato non contiene lattosio ed è adatto alle persone intolleranti. L’unica differenza è il sapore, che risulta essere più amaro rispetto al tradizionale cioccolato al latte.

La variante senza lattosio però non è sempre realizzata senza latte o latticini. Un’altra tecnica di produzione del cioccolato senza lattosio è quella di aggiungere l’enzima lattasi durante il processo industriale. Questo divide lo zucchero del latte in glucosio e galattosio durante il processo di produzione del cioccolato. Questa divisione è necessaria affinché le persone intolleranti al lattosio possano digerire lo zucchero del latte senza causare disagio. Un alimento è considerato privo di lattosio se contiene meno di 0,1 grammi di lattosio per 100 grammi.

Generalmente chi soffre di intolleranza al lattosio spesso è convinto di dover rinunciare per sempre ad alimenti gustosi e molto amati come per esempio il cioccolato. Ma come vi abbiamo spiegato poco fa, esistono sfiziose possibilità di assaporare il nostro cioccolato preferito senza fare rinunce di alcun tipo. Il cioccolato senza lattosio è ormai molto diffuso e lo si può trovare in tutti i supermercati o negozi dedicati.

Prestate in ogni caso molta attenzione alle diciture poste sull’etichetta per assicurarvi che il latte non sia compreso fra gli ingredienti del prodotto a base di cioccolato.


Nessuna rinuncia grazie alle compresse di lattasi Lactosolution 15000

C’è da dire però che il cioccolato senza lattosio ha un sapore più amaro rispetto al tradizionale cioccolato al latte; come possiamo quindi coniugare “esigenze del palato” con l’intolleranza al lattosio, senza dover fare rinunce?

La soluzione è assumere le compresse di enzima lattasi Lactosolution!

Da oggi non dovrai più rinunciare al tuo cioccolato preferito. Noi di Nutras abbiamo sviluppato compresse di enzima lattasi proprio per la tua intolleranza al lattosio.

Grazie ad una sola compressa di Lactosolution, contenente ben 15.000 FCC di enzima lattasi, sarai in grado di digerire il lattosio contenuto nel tuo cioccolato preferito, a cui non dovrai più rinunciare.


27 visualizzazioni0 commenti