• Luca Amedeo Paiano

LATTE CALDO PER DORMIRE: FUNZIONA DAVVERO?

Aggiornato il: lug 22


Perché dormiamo?

E’ ormai scientificamente comprovato che il sonno è vitale per gli esseri umani e per tutti i mammiferi in generale.

Durante la notte ci rilassiamo a tutti i livelli, rigeneriamo il nostro corpo sia sotto l’aspetto fisico che mentale, oltre che emotivo. Inoltre, durante il sonno avvengono anche alcuni processi immunologici e digestivi. Ne sentiamo gli effetti negativi quando non dormiamo abbastanza . Quando siamo privati ​​del sonno, troviamo più difficile concentrarci e ci sentiamo esausti. Gli studi scientifici a riguardo sono oramai molti e riusciamo grazie ad essi a sfatare alcuni miti sul sonno. Vediamone alcuni:


Il latte caldo aiuta ad addormentarti?

Alla domanda se sia più facile addormentarsi dopo aver bevuto latte caldo non è così facile rispondere. Come ogni alimento ricco di proteine, il latte contiene triptofano. Il triptofano è un amminoacido da cui il corpo forma prima la serotonina, l'ormone della felicità, e poi la melatonina, l'ormone del sonno. Tuttavia, è stato dimostrato che il triptofano influisce sul sonno solo con una quantità di 250 milligrammi. Un bicchiere di latte contiene solo 100 milligrammi di amminoacido. Ciò non significa che devi bere litri per poter addormentarti meglio grazie al latte. Ma un bicchiere di latte caldo prima di coricarsi come rituale può sicuramente aiutarti ad aumentare il sonno. Il triptofano in esso contenuto non aiuta del tutto, ma la piacevole sensazione del rito serale quasi sicuramente si! Se opti per bere un bicchiere di latte caldo prima di dormire e sei intollerante al lattosio, puoi provare le nostre fantastiche compressine di Lactosolution! Ti possono tornare utili anche in altre occasioni, così non dovrai più preoccuparti di cercare cibi senza lattosio!

Clicca qui per maggiori informazioni.


Quanto è efficace contare le pecore?

In uno studio scientifico dell'Università di Oxford è stato persino indagato se contare le pecore effettivamente aiuti a conciliare il sonno. Lo studio ha dimostrato che contare le pecore rallenta addirittura l'addormentarsi piuttosto che renderlo più veloce. I soggetti dello studio erano in grado di addormentarsi in media 20 minuti più velocemente se immaginavano scenari rilassanti. La logica di questo risultato è che contare le pecore tende a creare stress piuttosto che a rilassarsi. Quindi, se vuoi addormentarti più velocemente, dovresti evitare di contare le pecore e immaginare un paesaggio tranquillo.



Di cosa si tratta il cosiddetto “sonno di bellezza”?

Il mito del sonno di bellezza è in realtà vero. Un sonno sano rende la nostra pelle più bella. La ragione di ciò sta nel fatto che i depositi di umidità del tessuto connettivo si riempiono durante il sonno. Questo rende la nostra pelle più liscia e quindi più giovane e sana. Inoltre, la mancanza di sonno provoca anche occhiaie sotto gli occhi.




Quanto sonno è salutare?

Sfatiamo un altro mito: non è vero che il tempo di riposo ottimale per tutti sia di 8 ore di sonno. Il bisogno di dormire è molto individuale e dipende da diversi fattori come l'età, la routine, lo stato di salute e l'orologio biologico interno. La maggior parte degli adulti ha bisogno tra le sette e le nove ore di buon sonno per sentirsi riposato. Per esempio, nei primi anni di vita, i bambini necessitano fino a 17 ore di sonno al giorno. Man mano che cresciamo, il numero di ore di cui abbiamo bisogno diminuisce. Il fattore decisivo non è solo la durata del sonno, ma la qualità del sonno.


La privazione del sonno è pericolosa?

La privazione del sonno si manifesta attraverso vari sintomi fisici e psicologici. Con il progredire della privazione del sonno, i sintomi cambiano. Più a lungo ne siamo privati, più estremi diventano gli effetti. Inizialmente, la privazione del sonno è evidente attraverso la stanchezza e l'apatia. Restare svegli fa sì che la stanchezza scompaia e ci sentiamo quasi euforici. Non appena questa euforia è scomparsa, compaiono gravi disturbi fisici e psicologici. Questi includono dolore muscolare, tremori incontrollati, tempi di reazione lenti, aumento dell'irritabilità, vuoti di memoria e persino allucinazioni. Quindi conviene trovare il tempo per dormire bene.


Altri consigli per dormire bene.

  • Mangiare bene: sicuramente mangiare leggero e lontano dall'orario per coricarsi aiuta ad addormentarsi prima. Quindi, cosa mangiare prima di dormire? sicuramente piatti proteici come pesce o carne (pesce spada, una tagliata al naturale o carne rossa magra sono da prediligere).

  • Musica rilassante per dormire profondamente: la musica si sa, svolge un ruolo fondamentale a livello cerebrale e aiuta in tanti contesti: ansia, panico, depressione, insonnia. Quale musica ascoltare per dormire? noi consigliamo di ascoltare rumori bianchi o suoni bianchi come il rumore della pioggia, della natura, di una cascata.. è sicuramente la musica rilassante che permette di dormire.

  • Gocce per dormire: secondo noi non è necessario per forza assumere psicofarmaci o sonniferi potenti per dormire. Le accortezze sin qui esposte sono sufficienti per instaurare un buon ritmo sonno-veglia. In ogni caso, talvolta si rende necessario l'utilizzo di farmaci per dormire, anche se sarebbero da prediligere integratori alimentari naturali: scegliete quelli che contengono melatonina (melatonina per dormire è portentosa, anche la camomilla melatonina della Bonelli è buona), passiflora, biancospino, melissa, griffonia, inositolo.



49 visualizzazioni1 commento

Post correlati

Mostra tutti